"Catch Imprò", il Fight Club dell'Improvvisazione Teatrale venerdì 24 luglio alla Masseria Ospitale

Catch Imprò – il Fight Club dell’improvvisazione teatrale
Venerdì 24 luglio – ore 21:00
Masseria Ospitale, S.P. 131 Per T.rre Chianca Km. 4, 5 Loc. 
Ingresso € 8,00. Info e prenotazione obbligatoria al 328.7686080. E’ richiesto l’accesso obbligatoriamente con mascherina (che verrà utilizzata negli spazi comuni e potrà essere tolta una volta accomodati). www.improvvisart.com  

Venerdì 24 luglio presso la Masseria Ospitale, Improvvisart presenta, il Catch Imprò, lo spettacolo di Improvvisazione Teatrale più trasgressivo ed estremo durante il quale gli attori si sfideranno a colpi di game e risate in un ring clandestino, dando vita ad uno spettacolo unico e irripetibile.
Come in Fight Club, l'identità delle squadre e degli attori sono segrete e verranno rivelate solo la sera stessa dello spettacolo: assisterete ad una sfida teatrale estrema, fomentata e diretta da uno spietato arbitro, un master crudele che proporrà giochi di improvvisazione oltre ogni limite, con la complicità del pubblico.
Una sola equipe si aggiudicherà la vittoria finale e il titolo di campioni. Il ritmo frenetico e l'assenza di regole sono le caratteristiche principali che fanno del Catch Imprò lo spettacolo più energetico, imprevedibile e coinvolgente dell'Improvvisazione Teatrale.
Durante l’evento sarà attivo il bar e il servizio di Merenderia messo a disposizione da Masseria Ospitale: un menù snello dall'aperitivo fino a cena, dalla frisa alla parmigiana, dalla focaccia alle polpette. Anche Piatti vegetariani e vegani.
Il numero dei posti a sedere è limitato e la disponibilità sarà fino ad esaurimento posti. E’ consentito pagare esclusivamente in contanti e per facilitare le operazioni di ingresso consigliamo al pubblico di avere l’importo esatto del costo del biglietto. E’ richiesto l’accesso obbligatoriamente con mascherina (che verrà utilizzata negli spazi comuni e potrà essere tolta una volta accomodati) e verranno messi a disposizione i vari dispositivi per la sanificazione delle mani. All’arrivo, il pubblico sarà accompagnato ai propri posti a sedere, sistemati in anticipo secondo le norme di distanziamento sociale in vigore.

Condividi

"Un viaggio nel tempo" - visita teatralizzata in notturna sabato 18 luglio al Museo Ferroviario di Puglia

“Un viaggio nel tempo” al Museo Ferroviario di Puglia
Sabato 18 luglio 2020. Turni di visita: ore 20:00 / 21:00 / 22:00. Massimo 25 partecipanti a turno.
Museo Ferroviario di Puglia, via Codacci Pisanelli, 3 – Lecce
Ingresso € 8. Bambini dai 6 ai 10 anni € 4. Gratis fino ai 6 anni.  Posti limitati.
Prenotazione obbligatoria al 3287686080. 

Improvvisart e A.I.S.A.F invitano il pubblico al Museo Ferroviario di Puglia per una visita teatralizzata unica nel suo genere perché realizzate in notturna: gli attori racconteranno la vita e le vicende di tanti nuovi personaggi in abiti d'epoca, ambientati negli anni ’30, ’50 e ’70 . L’iniziativa è realizzata all’interno del progetto “Periferie al centro”, l’intervento di inclusione culturale e sociale della Regione Puglia – Assessorato all'Industria turistica e culturale e Assessorato al Bilancio e programmazione unitaria, Politiche Giovanili, Sport per tutti e coordinato dal Teatro Pubblico Pugliese.
Sabato 18 luglio Improvvisart guiderà i visitatori in una speciale visita diffusa molto particolare: un'esperienza unica vissuta di sera, tra antichi locomotori e carrozze passeggeri, con tanti nuovi personaggi di una volta che prenderanno vita davanti agli occhi di tutti.
Gli attori di Improvvisart porteranno alla luce il periodo storico tra il 1930 e il 1970, diventeranno affabili ferrovieri e allegri macchinisti, puntuali operai e laboriose tabacchine che, in abiti d'epoca, condurranno alla scoperta del Museo, delle sue storie, dei suoi aneddoti e dei suoi treni. Sarà l'occasione giusta per vedere dal vivo la locomotiva a vapore 316 FSE del 1913, rotabile che riveste un’importanza notevole per la storia ferroviaria del territorio in quanto unica superstite del suo gruppo e unica macchina ancora esistente del parco locomotive della Società per le Ferrovie Salentine. Ma non solo. All’interno del Museo si potranno ammirare altre vecchie e maestose locomotive, tra cui la prima locomotiva elettrica a corrente continua delle Ferrovie dello Stato che poi ha fatto la storia del trasporto ferroviario in Italia, la prima "Littorina" delle Ferrovie Sud Est, i rotabili della storica Manifattura Tabacchi di Lecce, altri veicoli d'epoca e il Treno Storico "Salento Express", tutti visitabili e alcuni di essi adibiti a sale espositive. Il Museo ospita, inoltre, ricostruzioni degli ambienti della stazione con in mostra oggetti un tempo utilizzati dai ferrovieri e plastici di stazioni italiane, americane e del Salento, il tutto curato da AISAF - Associazione Ionico Salentina Amici delle Ferrovie. Un modo interattivo e moderno di visitare il Museo Ferroviario, una visita/spettacolo che è adatta a tutte le età e farà conoscere in maniera diretta ed efficace la storia del Salento, un luogo dove si può respirare aria di viaggi e rivivere la gioventù dei nonni. Il numero dei partecipanti è limitato la disponibilità sarà fino ad esaurimento posti.
Al momento della prenotazione è richiesto di indicare il numero di persone, il nome, cognome e numero di telefono di ognuna di esse per la compilazione del registro delle presenze e se congiunti. E’ consentito pagare esclusivamente in contanti e per facilitare le operazioni di ingresso consigliamo al pubblico di avere l’importo esatto del costo del biglietto. E’ richiesto l’accesso obbligatoriamente con mascherina e verranno messi a disposizione i dispositivi per la sanificazione delle mani.

Condividi

Impro Factor - sfida di Improvvisazione Teatrale sabato 4 e domenica 5 luglio ad Aradeo

Improfactor – la grande sfida di Improvvisazione Teatrale
Sabato 4 e domenica 5 luglio 2020 - Ore 21
Anfiteatro Pino Zimba di Aradeo.
Si accederà dall'ingresso di Viale Nicola Frigino.
Ingresso gratuito. I posti a disposizione sono 100 pertanto si potrà accedere ESCLUSIVAMENTE su prenotazione chiamando il numero 3283149259.
Distanziamento sociale e uso delle mascherine sono OBBLIGATORI

Sabato 4 e domenica 5 luglio, a partire dalle ore 21, presso l’Anfiteatro Pino Zimba di Aradeo, arriva Improvvisart con “Improfactor – la grande sfida di Improvvisazione Teatrale”, spettacolo con gli attori di Improvvisart.
Dopo più di dieci anni di esperienza nel favoloso mondo dell’Improvvisazione Teatrale, la compagnia Improvvisart presenta “ImproFactor”, grande show che riunisce in sé il meglio dei più celebri format internazionali di sfida teatrale.
“Improfactor” è una sfida teatrale piena di spettacolarità, con una cornice frizzante e divertente, tre attori distanziati che si sfideranno tra loro, un brillante presentatore/giudice, un musicista dal vivo e massima interazione con il pubblico. Lo spettacolo vedrà coinvolti gli attori di Improvvisart che si sfideranno, a suon di risate, in uno show frizzante e divertente, in cui si darà vita a storie magiche, divertenti, poetiche, esilaranti, surreali: sarà una gara al migliore improvvisatore, che dovrà esibirsi parlando in rima, in dialetto, alla maniera di Shakespeare, cantando, etc, cercando di accaparrarsi il favore del pubblico che, votando tramite applauso, deciderà il vincitore, cioè chi avrà l’ImproFactor.
Gli attori improvviseranno su temi, generi teatrali, categorie letterarie e cinematografiche, alternando momenti di risate e divertimento ad attimi di pura poesia.
Lo spettacolo è inserito all’interno della manifestazione “Festa Estate Aradeina 2020: contagiamoci di sorrisi”, organizzata dal Comune di Aradeo, in collaborazione con Teatro Pubblico Pugliese.

Ad aiutare nel flusso e controllo la Protezione civile, la Misericordia e La Polizia Locale di Aradeo.

Condividi

"Improvvisart goes to London"

Improvvisart e la Fast Learning School di Londra presentano la Summer School di Improvvisazione Teatrale in lingua inglese, rivolta agli allievi di Improvvisart, per migliorare la conoscenza della lingua tramite esercizi, improvvisazioni, parole ed espressioni che renderanno il loro inglese più fresco e spontaneo.
L’ insegnante sarà Mr. MOJO, docente qualificato di inglese per stranieri, teatro e improvvisazione.
I partecipanti saranno suddivisi in due corsi (base e intermedio) in base al livello di conoscenza della lingua.
Enjoy!

Condividi

Performance di fine anno della Scuola Improvvisart sabato 27 e domenica 28 giugno alla Masseria Ospitale 

Spettacoli fine anno allievi della Scuola Improvvisart di Lecce
Sabato 27 e domenica 28 giugno - Ore 20:30
Masseria Ospitale, S.P. 131 Per T.rre Chianca Km. 4, 5 Loc. 
Ingresso € 6,00. Evento con massimo 70 posti a sedere. Disponibilità fino ad esaurimento posti. Info e prenotazione obbligatoria al 328.7686080. 

Sabato 27 e domenica 28 giugno a partire dalle ore 20:30, presso la Masseria Ospitale, arrivano gli spettacoli di fine anno degli allievi della Scuola Improvvisart di Lecce.
Finiti i corsi 2019/2020 della Scuola Nazionale di Improvvisazione Teatrale di Lecce, gli allievi si accingono a salire sul palco per un grande evento tra teatro, festa e divertimento, in totale sicurezza e nel rispetto della normativa vigente. La Masseria Ospitale accoglierà gli allievi dei primi, secondi e terzo anno e gli attori del gruppo Junior che si esibiranno senza copione, senza scenografia, senza costumi, presentati e coadiuvati da Paolo Paticchio, Fabio Musci ed Elena Selleri della Scuola di Lecce. L’evento rappresenta un’occasione di condivisione del lavoro svolto durante tutto l'anno e, soprattutto, un momento che permette agli allievi e agli attori di sperimentarsi sul palco, senza perdere mai di vista l’obiettivo: divertirsi. Il pubblico, sorpreso e deliziato, avrà il compito di assegnare i temi delle performances, gli stili e tutti gli input che verranno di volta in volta richiesti. Perché gli allievi saranno così malleabili da trasformare gli input in vere e proprie performance.
La Scuola Nazionale di Improvvisazione Teatrale si sviluppa in un corso triennale, con l’obiettivo finale di fornire gli strumenti che rendano l’allievo/attore più consapevole della propria presenza scenica, delle proprie scelte e delle proprie emozioni, e di formare attori improvvisatori che siano in grado di partecipare a spettacoli ed eventi basati sull’Improvvisazione Teatrale.
Durante l’evento sarà attivo il servizio di Merenderia messo a disposizione da Masseria Ospitale.
Il numero dei posti a sedere è limitato a 70 e la disponibilità sarà fino ad esaurimento posti. Al momento della prenotazione è richiesto di indicare il numero di persone, il nome, cognome e numero di telefono di ognuna di esse per la compilazione del registro delle presenze e se congiunti, al fine di prevedere la disposizione della platea. E’ consentito pagare esclusivamente in contanti e per facilitare le operazioni di ingresso consigliamo al pubblico di avere l’importo esatto del costo del biglietto. E’ richiesto l’accesso obbligatoriamente con mascherina (che verrà utilizzata negli spazi comuni e potrà essere tolta una volta accomodati) e verranno messi a disposizione i vari dispositivi per la sanificazione delle mani. All’arrivo, il pubblico sarà accompagnato ai propri posti a sedere, sistemati in anticipo secondo le norme di distanziamento sociale in vigore.

Condividi

"Un viaggio nel tempo", visita teatralizzata per l'inaugurazione de La Fabbrica delle parole presso Convitto Palmieri sabato 20 giugno 2020 

Un viaggio nel tempo – visita teatralizzata a “La fabbrica delle parole”, percorso permanente sull’arte della stampa alle 18 e alle 21 i Radiodervish in concerto con l’orchestra sinfonica Oles
Sabato 20 Giugno – ore 18 presso il Convitto Palmieri. Gli ingressi al museo e la partecipazione al concerto il 20 giugno saranno garantiti a un numero massimo di 51 persone; per prenotarsi telefonare al numero 0832.37.35.76 – ore ufficio, oppure scrivere un messaggio WhatsApp allo stesso numero. 

Sabato 20 giugno Improvvisart guiderà i visitatori in una speciale visita teatralizzata interattiva de “La Fabbrica delle parole”: un'esperienza unica, tra antichi macchinari e oggetti, con i personaggi di una volta che prenderanno vita davanti agli occhi di tutti. Gli attori porteranno alla luce il periodo storico nel Salento che accompagnerà il pubblico dalla prima iscrizione messapica all’arrivo della stampa sul nostro territorio, dalla nascita dell’azienda Martano fino agli anni '70; i presenti incontreranno intellettuali, giornalisti, operai che, in abiti d'epoca, condurranno alla scoperta del luogo, delle sue storie, dei suoi aneddoti e del territorio. Sarà l'occasione giusta per vedere dal vivo il “torchio a stella”, i vari modelli di “pedaline” per la stampa veloce compreso il modello di “Totò”, le macchine da stampa “piano – cilindriche” dei primi del Novecento e la famosa Linotype. Un modo interattivo e moderno di conoscere la storia, una visita/spettacolo adatta a tutte le età che farà conoscere in maniera diretta ed efficace la storia del Salento, un luogo dove, seguendo il filo nero dell’inchiostro, si potrà respirare aria di cultura e rivivere i tempi passati. Fabbrica delle parole, ovvero una fabbrica di confronti e incontri; fabbrica di pensieri da partecipare e di letture; fabbrica di sguardi e stupori, di riviste e di intellettuali militanti che hanno realizzato “fogli di poesia”; fabbrica di libri, di storie e di futuro che riguardano tante comunità: si configura così questo percorso permanente sull’arte della stampa, che in realtà è un lungo viaggio in cui narrazioni e storie si intrecciano in un itinerario visivo che incontra macchine tipografiche e computer degli albori, caratteri tipografici e altri strumenti che segnano l’evoluzione della tipografia. Ma è anche un luogo vivo, un laboratorio, in cui esperienza e idee si uniscono grazie ad attività didattiche.  
Interventi in programma per l’inaugurazione:  
Loredana Capone, assessore all’industria turistica e culturale, Regione Puglia
Stefano Minerva, presidente della Provincia di Lecce
Carlo Salvemini, sindaco di Lecce 
Simona Manca, componente comitato gestione polo Biblio-museale di Lecce
Maria Piccarreta, soprintendente archeologia belle arti e paesaggio per le province di Brindisi, Lecce  e Taranto
Annalisa Rossi, soprintendente archivistica e bibliografica della Puglia
Fabio Pollice, Rettore dell’Università del Salento
Claudio Scamardella, direttore Nuovo Quotidiano di Puglia
Raffaele Lorusso, Segretario Federazione Nazionale della Stampa 
Coordina: Marcello Favale, giornalista  
E per l’occasione dalle 21 (su prenotazione) i suoni del Mediterraneo incontrano la musica classica: i Radiodervish in concerto con l’orchestra sinfonica Oles.
Presentazione e concerto saranno fruibili on line sulla pagina Facebook della Biblioteca Bernardini e La Fabbrica delle parole sarà poi visitabile ogni giorno dalle 8.30 alle 22, per consentire anche a chi frequenterà il centro storico della città in orari serali di potersi immergere in un percorso sorprendente.

Condividi

#altrevisioni, incontro web in diretta facebook sabato 2 maggio alle 19 

Incontro online #altrevisioni
Sabato 2 maggio 2020 – ore 19:00
In diretta sulla pagina facebook.com/improvvisart
www.improvvisart.com

Improvvisart presenta l’incontro “#altrevisioni”, un evento pubblico in streaming sul tema della formazione di ieri, oggi e domani nelle scuole, nelle università e negli enti di formazione. L’appuntamento è per Sabato 2 maggio, dalle ore 19:00 in diretta sulla pagina facebook.com/improvvisart

#altrevisioni nasce da un’idea di Improvvisart ed è un’occasione aperta a tutti per incontrarsi via web, in una piccola tavola rotonda interattiva con 4 esperti che si confronteranno sul tema della formazione, che in questo periodo come non mai è in rapida evoluzione. Interverranno la dott.ssa Elisabetta Salvati, direttrice di Aforisma Business School; il prof. Giovanni Bianco, Coordinatore didattico di Master Europei per conto dell’Università degli Studi di Bari; il prof Ezio Del Gottardo, pedagigista, esperto di didattica a distanza, prof. Associato dell’università di Foggia; Fabio Musci, Direttore e formatore di Improvvisart.
Sarà un incontro “visionario”, cioè sulla visione che gli esperti invitati e il pubblico, che potrà partecipare via web commentando la diretta, hanno di ciò che sta accadendo in relazione al tema della formazione dato che al momento tutto il settore si è dovuto trasferire sul web e sul virtuale. Come immaginiamo il futuro della formazione e l’impatto che ciò che sta accadendo sta avendo oggi, tra qualche mese, tra un anno, tra dieci anni sul settore della formazione? Che rapporto sta creando in questi giorni e si consoliderà in futuro tra scuole/docenti/studenti? In un momento così complesso da interpretare, in cui la formazione in loco è sospesa in tutta Italia, coloro che si occupano di formazione (dalla scuola pubblica all’università, dai corsi di formazione ai master, dalle scuole di teatro a tutti i corsi privati) hanno dovuto spostare rapidamente i propri incontri sul web: qual è la visione della formazione nel presente e nel futuro, tra difficoltà inedite e nuove opportunità?

Condividi